Pianeta Cobar

IL CO.CE.R. CARABINIERI CON I CONSIGLI DI BASE E INTERMEDI NEGLI INCONTRI DI NOVEMBRE. CONFRONTO SU CONTRATTO, RIORDINO E RIFORMA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE.

Pubblicata il 24/10/2015

Il mese di novembre sarà importante per le attività politico-governative sugli argomenti d'interesse negli iter governativi. Un momento delicato prima di prendere posizioni forti ma prima di tutto le reali proposte a chi deve decidere. Questa volta sarà un novembre d'incontri con i CoBaR e CoIR per il Co.Ce.R. Carabinieri.
IL CO.CE.R. CARABINIERI CON I CONSIGLI DI BASE E INTERMEDI NEGLI INCONTRI DI NOVEMBRE.  CONFRONTO SU CONTRATTO, RIORDINO E RIFORMA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE.

Anche la rappresentanza sceglie il confronto con la base e con i delegati di tutta Italia. E' la prima volta che in un mese cosi' decisivo viene posto un calendario che porrà i delegati CoCeR carabinieri tra le attività su Roma e quelle negli incontri programmati presso le sedi dei rispettivi Consigli Intermedi unitamente ai Consigli di Base. Questa volta le decisioni avranno una condivisione partecipata da tutti i delegati dei Consigli di Base di tutta italia e dei rispettivi interregionali, linee mobili e speciali e Scuole. Rinnovo del Contratto, Riordino dei Ruoli e Riforma della Rappresentanza MIlitare saranno gli argomenti piu' gettonati e d'interesse per la partecipazione dei rappresentanti dei carabinieri ai vari livelli.  Il momento è molto particolare e le scelte sono necessarie nel direzionare le energie suipercorsi che potrebbero portare a concrete risposte al personale rappresentato, i carabinieri che rappresentiamo. In una conferma di non stanziamento di risorse importanti, bisogna gestire il momento con cognizione di causa e con un approccio tecnico al momento politico ed alle volontà riformiste di un governo che ha fatto della sua forza di razionalizzazione e delle stesse riforme. Razionalizzare per riordinare e riformare, tutto all'interno del comparto, è un momento importante in cui inserirsi facendo le giuste pressioni e richieste ad individuare un risparmio che porti pero' a interventi che potrebbero essere epocali, come quello del riordino dei ruoli.  Le attività su Roma non si sono mai fermate ma ora diventano piu' intense e proficue, sopratutto nel comprendere in modo piu' chiaro possibile le strade da perseguire specie quelle da condividere con le forze di polizia e quelle del comparto difesa e sicurezza. Il momento d'incontro e confronto con i rappresentanti del nord-est sarà tra il 5 ed il 7 novembre a Padova, dove il CoCeR con il CoIR Vittorio Veneto si incontrerà con il CoBaR Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. dall'11 novembre al 13 sarà Milano ad ospitare l'incontro tra CoCeR, CoIR Pastrengo e i CoBaR Lombardia, Piemonte Val d'Aosta e Liguria.  Dal 18 al 20 novembre il CoCeR e il CoIR Ogaden a Napoli incontreranno i CoBaR Campania, Puglia, Abruzzo, Basilicata e Molise.  Dal 25 al 27 novembre a Messina, presso la sede del CoIR Culqualber, il CoCeR e il CoIR incontreranno il CobaR Sicilia e Calabria. Invece i primissimi giorni di dicembre a Roma, presso la Scuola allievi di Roma ci saranno i tre CoIR della capitale CoIR Podgora, CoIR Palidoro e CoIR Scuole con i loro CoBaR a incontrare il CoCeR in una fase conclusiva dell'analisi generale sugli incontri tenutisi sul territorio nazionale.  In questa fase i colleghi delegati rappresentanti a livello di base già stanno raccogliendo le opinioni e le considerazioni del personale cercando di fare un po' di chiarezza con le informazioni che arrivano dal CoCeR e dai vari canali d'informazione su cui fanno riferimento, da quelli sempre attendibili e certificati nell'informare a quelli meno che devono fare notizia pur consapevoli di alimentare confuzionee false aspettative. Ma viva l'informazione e la comunicazione che ha cambiato e stà cambiando le cose e oggi modifica anche consuetudini trasformandole in momenti nuovi da affrontare con una nuova consapevolezza di poter conoscere, sapere e partecipare. Certo chi sceglie invece di restare fuori da tutto questo, restando alla semplice ripetizione di parole fatte, scontate e riciclate screditando l'operato di chi nella rappresentanza, in modo innovativo, riesce ad aprire canali di agile partecipazione a tutti, sceglie di restare lontano dagli interessi collettivi per migliorare la quotidianità del carabiniere, di se stesso carabiniere.

 

 

Potete contattare i vostri delegati CoBaR di riferimento ed invece di chiedere per vostri interessi personali oppure formulare la classica domanda "cosa stai facendo per me ", fornite i vostri contributi di pensiero nei modi con cui si interfaccia con voi e con la disponibilità che vi ha dato sinora. Potete anche inviarci i vostri contributi direttamente a pianetacobar.eu, inviando una email a satellite.carabinieri@pianetacobar.eu oppure anche espressioni di pensiero dirette via whatsapp a Romeo Vincenzo, Co.Ce.R. carabinieri, 3313651140.  Chi non partecipa in un momento importante come lo possiamo far diventare noi tutti insieme, continuerà a restare spettatore non protagonista della propria quotidianità. Ma importante, a questo punto che lo faccia in silenzio, senza disturbare chi si adopera per gli interessi collettivi dei carabinieri.        

Fonte: pianetacobar.eu/ cocer carabinieri/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina