Pianeta Cobar

TORINO E I SUOI CARABINIERI ACCOLGONO IL COMANDANTE GENERALE. LEGIONE, PROVINCIALE, SACRE SINDONE E REGGIMENTO PIEMONTE. VISITA, INCONTRI E CONFRONTO CON I CARABINIERI.

Pubblicata il 23/06/2015

Il Comandante Generale dell'Arma Tullio Del Sette oggi è stato a Torino in una giornata davvero piena di impegni e di momenti di emozione per i carabinieri torinesi. Dalla sede della Legione Carabinieri, per passare da Pinerolo, dalla Sacra Sindone per il pellegrinaggio militare e dai Carabinieri del Reggimento Piemonte.
TORINO E I SUOI CARABINIERI ACCOLGONO IL COMANDANTE GENERALE. LEGIONE, PROVINCIALE, SACRE SINDONE E REGGIMENTO PIEMONTE.  VISITA, INCONTRI E CONFRONTO CON I CARABINIERI.

E' un onda istituzionale quella del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri in terra piemontese. Questa volta è Torino con i suoi impegni ad accogliere la visita del Comandante.  In Legione Piemonte il primo ingresso, la lapide con la lista dei suoi caduti nella Legione il suo primo momento formale di visita e saluto. Il Comandante della Legione Piemonte e val d'Aosta Gen. Micale ha dato il benvenuto al Generale Del Sette in Piemonte dove il personale intervenuto in rappresentanza ha potuto salutarlo e ascoltarlo nel messaggio istituzionale a tutti i carabinieri piemeontesi e all'auspicio di continuare a fare quanto di buono stanno facendo per i piemontesi e per questa terra che raccoglie importanti ricordi storici e personali per il Comandante che fu' proprio Comandante Provinciale di Torino. Non è mancato il momento di incontro riservato con il Consiglio di Base della rappresentanza militare del Piemonte e valle d'Aosta. Il Comandante ha aggiornato il personale sulla situazione e sulle dinamiche in atto e ha avuto modo di recepire problmetiche sulle quali i delegati CoBaR stanno ponendo maggiore attenzione per soluzioni e risposte piu' pronte e definitive.  A Torino tanti incontri con le autorità e con le istituzioni, ma non solo.  Nel primo pomeriggio il Comandante Generale è a salutare i carabinieri di Pinerolo. Li' un momento di approfondimento ulteriore per la difficile condizione logistica e strutturale che vivono i carabinieri pinerolesi. Occasione per un incontro con le amministrazioni ed enti locali accompagnato dal Comandante Provinciale di Torino Col. Arturo Guarino.  La visita è stata attenzionata anche dalla popolazione  e dalla stampa locale che tiene alle sorti della sicurezza in quella località e alle questioni legate alla caserma di pinerolo che pone da anni in esame un eventuale cambio sede per esigenze di logistica non adeguate su pinerolo in quella sede. Anche la stampa locale ha potuto avere qualche scambio di opinioni direttamente con il Comandante Generale. Un modo ulteriore per salutare anche la popolazione pinerolese, che è stato molto apprezzato ma semplicemente coerente con questo modo nuovo di essere carabiniere comandante dei carabinieri. Da pinerolo ci so sposta su Torino nuovamente dove, in occasione del pellegrinaggio militare per la visita alla sacra sindone, c'è stato in tarda serata il momento religioso con una cerimonia religiosa nel duomo di torino con la sindone e le autotità religiose e militari. Monsignor Marciano', ordinario militare, ha celebrato messa con momenti di preghiera al cospetto del telo sacro avanti alle autorità militari dell'Arma dei Carabinieri.  Stamattina è stata la volta del Comando Provinciale carabinieri di Torino prima della cerimonia del giuramento degli allievi carabinieri della scuola di Torino. Al Comando Provinciale un altro momento di saluto,visita e aggiornamento per i carabinieri torinesi dalle parole del Comandante Generale avanti al Comandante Provinciale Carabinieri di Torino Col. Arturo Guarino che ha potuto tramettere a nome dei carabinieri quanto si senta la presenza del Comandante nei suoi interventi e nelle attività che stà ponendo in essere in un momento di difficoltà ma che ci fà andare avanti con fiducia guardando avanti e continuando a fare quello che dobbiamo per torino, per i torinesi e per la nostra istituzione nel nome del paese e del ruolo delicato che ricopriamo e per la gente che ci dà fiducia e stima che si conferma giorno dopo giorno. Ma la giornata non termina dopo il giuramento degli allievi, di li' a poco. Infatti dopo ci si dirige tutti al Castello di Moncalieri, li' nella sede del 1' Reggimento Carabinieri Piemonte. Due ore intense di visita e di confronto con il personale del reggimento. Si, dopo un aggiornamento tenuto dal Comandante sugli ultimi interventi ordinamentali a favore della funzionalità e degli organici  del Reggimento, avanti al Comandante, Col. Desideri, si è potuto aprire ad una discussione di reparto su tematiche che riguardano i servizi di tutti i giorni, la mensa, le attività esterne e le considerazioni e proposte del personale, della rappresentanza militare e della scala gararchica, tutto in un contesto molto positivo e costruttivo. Un ulteriore grande messaggio del Comandante Generale che predilige dialogo e confronto ai vari livelli. Il Comandante Generale chiude questa due giorni torinese proprio li' al castello di Moncalieri con la foto di gruppo nel piazzate, nello splendido contesto storico di casa savoia e nel verde della piazza del castello. La foto puo' costituire il messaggio finale di questa due giorni che mette il Comandante nella posizione a lui piu' consona e la posizione che lo far stare meglio...carabiniere tra i carabinieri, pronto al dialogo ed al confronto, ma deciso e determinato a prendere le decisioni che si devono fare potendo partecipare i carabinieri d'Italia nelle sue scelte.     


 

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ cocer / Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina