Pianeta Cobar

IL RIPOSO SETTIMANALE. IL COMPENDIO CHE DAL 30 APRILE FA' FINALMENTE CHIAREZZA SUL BENEFICIO DEL RIPOSO PER IL CARABINIERE. FINALMENTE TUTTO IN DUE PAGINE CHIARE.

Pubblicata il 20/05/2015

Lo ha chiesto fortemente il Co.Ce.R. con delibera ma ci sono voluti piu' di 6 mesi per formalizzare la circolare definitiva che racchiudeva in un breve compendio tutta la disciplina del "Risposo Settimanale". Per il carabiniere non esiste la domenica, non esiste il giorno in rosso sul calendario, ma esiste il giorno del riposo settimanale.
IL RIPOSO SETTIMANALE. IL COMPENDIO CHE DAL 30 APRILE FA' FINALMENTE CHIAREZZA SUL BENEFICIO DEL  RIPOSO PER IL CARABINIERE.  FINALMENTE TUTTO IN DUE PAGINE CHIARE.

Il Carabiniere non sapeva nemmeno cosa fosse la possibilità di levarsi la divisa da dosso e poter uscire come libero cittadino a spasso per il paese. Poi esisterono i permessi che concedeva il Comandante di una volta, tra cui esisteva la concessione del permesso di 24 ore. Pagine di libri di storia di vita da carabiniere. Man mano il diritto dell'uomo, dell'uomo lavoratore ha portato alla realizzazione dei contratti di lavoro e della determinazione dell'orario di lavoro anche per il Carabiniere. L'orario di lavoro oggi articolato su 36 ore settimanali con un giorno di riposo sui 7 giorni.  Poi, essendo un giorno come tanti, quindi uno dei sette che si deve "incastrare" tra un giorno di lavoro ed un altro, era anche un problema conquistarselo riuscendo a farlo coincidere con l'esigenza personale che doveva fare braccio di ferro con le esigenze del reparto a discrezione di chi esercita il ruolo di comando. Poi l'entrata trionfale in scena della "programmazione bisettimanale" del riposo. In sostanza la possibilità di programmare il giorno del riposo bisettimanalmente per consentire di organizzarsi nel reparto fra carabinieri e conciliando le esigenze del servizio istituzionale.  Come tutte le circolari e disposizioni interne, il susseguirsi di variazioni nel tempo non aiuta poi ad avere maggiore contezza di quelle che sono le normative aggiornate sul tema.  La necessità espressa formalmente dal Co.Ce.R. nel primo semestre del 2014 all'allora Comandante Generale per avere un intervento dispositivo che facesse chiarezza riepilogando tutte le disposizioni vigenti.  Non tutto cosi' scontato, non tutto cosi' semplice. Poi dalla nuova gestione di Comando nel 2015 un contributo a portare a termine questo riepilogo e la chiarezza definitiva sulla questione molto sentita dal personale che spesso era combattuto dalle interpretazioni personalizzate sulla concessione del beneficio che portavano malcontento e disservizio nei vari reparti dell'Arma sul territorio. Dal 30 aprile il punto finale sulla questione e l'uscita della nuova circolare che si pone finalmente a compendio sulla disciplina del riposo settimanale per i carabinieri.  Tra i vari punti quello che affliggeva il personale con interpretazioni personalizzate a danno del beneficio era il cumulo dei riposi che per ignoranza sulla materia portava a inquadrare il massimo di giorni tre il cumulo dei riposi, che tra l'altro sarebbe diventata licenza breve. Nulla di piu' inverosimile ed inimmaginabile, ma, purtroppo, era la realtà per molti colleghi vittima di queste interpretazioni personalizzate che snaturavano la disposizione vigente che già dava la possibilità di cumulare piu' riposi di vario genere.  Infatti nel compendio, l'ultima circolare qui allegata in formato pdf,  si riepiloga la disposizione vigente sul cumulo dei riposi che stabilisce la possibilità di fruire dei due riposi delle settimane che si susseguono, a cui poter ulteriormente cumulare riposi settimanali non fruiti da recuperare entro le 4 settimane successive, a cui ancora poter ulteriormente accumulare i riposi festivi infrasettimanali non fruiti, a cui poter ancora ulteriormente aggiungere fino a tre recuperi compensativi, le ore di lavoro straordinario non remunerate e da avere in pagamento accumulato o da poter recuperare. A tutto questo si puo' aggiungere la licenza ordinaria o straordinaria. In sostanza nessun limite reale al cumulo dei riposi di vario genere.   Il compendio racchiude  davvero tutto cio' che serve sapere sul riposo settimanale. L'unica innovazione nella disciplina è che considerando le 6 ore almeno che debbano intercorrere tra la fine dell'ultimo servizio e l'inizio de servizio successivo al riposo settimanale di 24 ore, qualora il carabiniere fosse impiegato nella fascia orario 22-24 del girno precedente al riposso programmato, quest'ultimo puo' avere la facoltà di non fruire del riposo e poterlo riprogrammare in un altra giornata. Poi su questo aspetto, in relazione a quelle che saranno le rappresentazioni del personale, probabilmente si potrà rivalutare al fine di rendere sempre piu' funzionale la relazione tra il giorno di riposo del carabiniere e l'impiego prima e dopo le 24 di fermo settimanale che puo' capitare almeno una volta ogni due mesi di domenica. Il Carabiniere non ha un buon rapporto con il calendario dove i giorni in "rosso" sono solo un giorno come un altro.  

 

 

( clicca su SCARICA L'ALLEGATO e leggi al circolare sul riposo settimanale in versione pdf )       

Fonte: pianetacobar.eu/ cocer carabinieri/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina