Pianeta Cobar

CARABINIERI, GUARDIA DI FINANZA, ESERCITO, MARINA MILITARE E AERONAUTICA NELL'ULTIMATUM A RENZI. PRESIDENTE SCELGA SE LA SICUREZZA E LA DIFESA SONO PRIORITA' DI QUESTO GOVERNO. ORA SMENTIRE CON I FATTI.

Pubblicata il 30/07/2014

Momenti decisivi per le scelte di Governo sulla sicurezza. Le sigle sindacali escono con un comunicato congiunto per l'ultimatum al Governo. Il Co.Ce.R. interforze esprime la sua posizione con un messaggio diretto al Presidente Renzi. Tutto è chiaro, questo è l'ultimatum al Governo dal comparto difesa e sicurezza.
CARABINIERI, GUARDIA DI FINANZA, ESERCITO, MARINA MILITARE E AERONAUTICA NELL'ULTIMATUM A RENZI. PRESIDENTE  SCELGA SE LA SICUREZZA E LA DIFESA SONO PRIORITA' DI QUESTO GOVERNO. ORA SMENTIRE CON I FATTI.

Sono momenti decisivi, sono ore decisive. Non c'è si, ma non c'è no. Mattinata di riflessione, valutazione e di espressione unanime da parte di tutto il comparto difesa e sicurezza. Le sigle sindacali hanno espresso la propria posizione con un comunicato stampa congiunto. Il Co.Ce.R. Interforze nel primo pomeriggio è uscito con un comunicato stampa con le adesioni delle sezioni Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito, Aeronautica e Marina Militare. L'ultimatum a Renzi del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico non lascia alcun margine per dinamiche alternative al reale sblocco contratti. Nonostante il Governo sia preso dalla legge elettorale e dalla riforma del Senato noi vogliamo garanzie sullo sblocco che arrivino ora. pronti a valutare ogni azione utile se non ci sarà un unica risposta concreta. C'è solo una soluzione nell'ultimatum del comparto difesa e sicurezza.  

 

"PRESIDENTE RENZI CI SI APPELLA ALLA SUA PERSONA A SEGUITO DELLE TANTE E RIPETUTE AFFERMAZIONI DI VICINANZA ALLE FORZE ARMATE E  DI POLIZIA. PRESIDENTE, LA SICUREZZA E LA DIFESA SONO ANCORA UNA DELLE SUE PRIORITÀ?  L’INTERA RAPPRESENTANZA MILITARE, COME LEI BEN SA, VIVE CON PROFONDO DISAGIO QUESTO MOMENTO DI INCERTEZZA CHE STA CARETTARIZZANDOLA IN QUESTI GIORNI LE PROCEDURE DI RIPRISTINO DEGLI EMOLUMENTI STIPENDIALI  BLOCCATI. COME LEI SA' LO SBLOCCO E' STATO STUDIATO E REALIZZATO PER INTERO CON RISORSE GIÀ DESTINATE AL COMPARTO DIFESA, SICUREZZA E SOCCORSO PUBBLICO. QUESTA RAPPRESENTANZA MILITARE STENTA A CREDERE CHE LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO NON VOGLIA PROCEDERE / PREVEDERE IL RIPRISTINO DEI LIVELLI STIPENDIALI, PUR AVENDO GIÀ INSERITO NEL “D.E.F.” TALE PREVISIONE, COME SI STENTA A CREDERE CHE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO POSSA ACCETTARE L’IDEA DI RIPROPORRE UN BLOCCO DEGLI STIPENDI CHE NEI QUATTRO ANNI HA CREATO GRAVE SOFFERENZA E DISPARITÀ DI TRATTAMENTO ALL’INTERNO DEL COMPARTO STESSO. SI AVVERTE UN COSTANTE DISINTERESSE VERSO CHI È CHIAMATO QUOTIDIANAMENTE A TUTELARE LA DIFESA E LA SICUREZZA  DEI CITTADINI E DEL PAESE.  QUESTO E' IL MOMENTO DI SMENTIRE CON I FATTI."   Roma, 30 luglio 2014     CO.CE.R. INTERFORZE, sezioni Carabinieri, Guardia di Finanza, Marina Militare, Esercito e Aeronautica. 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ cocer interforze/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina