Pianeta Cobar

BLOCCO SALARIALE PRONTO ALLA PROROGA SINO AL 2014. DOPO IL PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO, ORA SARA' AI PARERI DELLE COMMISSIONI DI SENATO E CAMERA. ECCO IL DECRETO.

Pubblicata il 18/05/2013

Dopo il parere del Consiglio di Stato ora tocca alle commissioni di camera e senato a dare il parere sul blocco del tetto salariale e stipendiale da prorogare di un ulteriore anno sino al 2014. Certo è che nulla è stato stanziato nella manovra di Stabilità del 2013 e queste risorse da quale parte dovrebbero venir fuori ? Intanto i Carabinieri avranno un altro anno di penalizzazioni economiche già pesanti per chi ha maturato indennita' in questo triennio che si allungherà ad un quadriennio.
BLOCCO SALARIALE PRONTO ALLA PROROGA SINO AL 2014. DOPO IL PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO, ORA SARA' AI PARERI DELLE COMMISSIONI DI SENATO E CAMERA. ECCO IL DECRETO.

Dopo il Parere del Consiglio di Stato, Il Ministro dei rapporti con il Parlamento ha trasmesso il provvedimento del blocco del tetto salariale ai due rami del parlamento per il prescritto parere che dovra' avvenire entro trenta giorni. L'articolato sarà discusso al Senato dalle commissioni Affari Costituzionali, 1a commissione, ed alla 5a commisione "Bilancio".  Alla Camera i pareri saranno delel commissioni Bilancio, Affari Costituzionali e Lavoro.  Il Co.Ce.R. Carabinieri ha chiesto un incontro urgente per un audizione formale alla Commisione Difesa di Camera e Senato.  L'incontro dovrebbe essere calendarizzato nella prima quindicina di luglio.  Sarà difficile accettare un ulteriore anno di blocco del tetto salariale, dove lo stipendio di chi è incluso nel blocco di queto triennio, è penalizzato fortemente alla pari del collega pari grado e pari funzione. Prorogare un altro anno significa levare ancora soldi dalle tasche dei carabinieri dalle economie delle loro famiglie. Continua la crisi economica di Governo, ma continuano a pagare i carabinieri e le loro famiglie. Chi deve star bene continua a stare nella stessa condizione, chi deve pagare lo continua a fare. Non si puo' proseguire su questa strada, non cosi' verso chi continua a lavorare a difesa dei diritti, dell'ordine e della sicurezza pubblica del paese, del Governo di questo paese. Non si puo' accettare. Gli sforzi che si devono fare per fermare gli sprechi e i soldi pubblici che alimentano le dinamiche di politica ed affari sono lenti, quasi immobili. Gli sforzi economici degli uomini in divisa al servizio dello Stato proseguono come un eurostar. Non si puo' andare avanti cosi', No. Non cosi'. 

 

( clicca su SCARICA L'ALLEGATO e leggi il decreto del blocco salariale che prosegue nel suo iter governativo )

Fonte: Pianetacobar.eu/ cocer carabinieri/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina