Pianeta Cobar

MANOVRA DI STABILITA'...TURNOVER ....QUANDO CREDERCI SIGNIFICA RAGGIUNGERE L'OBIETTIVO. ANALISI DI UN TRAVAGLIO POLITICO DOVE IL RUOLO DA PROTAGONISTI DEL PROPRIO DESTINO HA DATO UNA RISPOSTA CONCRETA.

Pubblicata il 23/12/2012

70 milioni di euro per incrementare il turnover del 2013 e 120 mln per il 2014. Risorse dedicate a tutto il comparto sicurezza da ripartire per le singole amministrazioni in relazione alle esigenze di arruolamento. Non è un 50% matematico per l'Arma dei Carabinieri, ma ora dobbiamo seguire la ripartizione e il recupero risorse che possa raggiungere il 50% posto come unico obiettivo concreto da poter raggiungere. Gennaio ci darà il dettaglio dei numeri per gli arruolamenti.
MANOVRA DI STABILITA'...TURNOVER ....QUANDO CREDERCI SIGNIFICA RAGGIUNGERE L'OBIETTIVO.  ANALISI DI UN TRAVAGLIO POLITICO DOVE IL RUOLO DA PROTAGONISTI DEL PROPRIO DESTINO HA DATO UNA RISPOSTA CONCRETA.

Soddisfazione. Soddisfazione per chi ha seguito sin dall'inizio questo dramma sul turnover. Soddisfazione per chi dall'approvazione della spending review che ha costretto il turnover 2012 al 20% e ne aveva previsto medesima percentuale per 2013 e 2014. Ci abbiamo creduto, abbiamo posto in essere un azione mediatica e di comunicazione diretta tra gli aspiranti carabinieri, la Rappresentanza Militare dell'Arma e la politica di Governo. Abbiamo responsabilizzato la politica con un "azione in 3D" , aspiranti, cocer, Stato Maggiore dell'Arma dei Carabinieri. Le cifre tra 2013 e 2014 potrebbero significare assoluto recupero degli aspiranti in graduatoria già risultati idonei, ma le cifre riguardano tutto il comparto sicurezza, quindi non si possono fare calcoli prematuri e non corrispondenti a relatà.  Ora prendiamoci il bel risultato ottenuto a cui ho creduto, abbiamo creduto, tutti, proprio tutti, lottando sino in fondo e senza fermarci alle molteplici difficoltà ed ai riscontri che non ci aiutavano quasi mai.  Per ora dobbiamo concentrare le attenzioni al 2013 che prevede 70 milioni di euro per incrementare il turnover.  In precedenza abbiamo pubblicato una nota che fà un quadro sulle priorità da prendere in considerazione sull'incremento del turnover e come avrà effetto sull'arruolamento che il Comando Generale dell'Arma ha impostato orientativamente in base alle esigenze dell'amministrazione a cui vuole dare risposta istituzionale. Diciamo che è inopportuno fare numeri e previsioni, anche perchè nella prima metà di gennaio, in relazione alla  ripartizione delle risorse disponibili per songola amministrazione e ministero di competenza, si potrà parlare con dati certi. Ora bisogna evitare di dare false aspettative, pensioamo solo a fermarci, giovare del momento lieto che ci regala soddisfazione e restituisce a chi ha davvero creduto in questo percorso quella fiducia nel continuare a sostenere le iniziative e le azioni a sostegno del personale dell'Arma e a sostegno di tutti questi ragazzi che sono carabinieri a metà, e vogliono l'altra metà, strappata dalla spending review e da chi l'ha votata a favore del Governo. NOn dimentichiamoci che abbiamo responsabilizzato la politica che aveva creato tutto questo e che oggi è dovuta intervenire ad ammortizzare i danni creati agli organici delle forze dell'ordine, all'arruolamento, all'inserimento di risorse nuove per la sicurezza del paese. Esprimo la mia soddisfazione verso tutti questi ragazzi che hanno creduto in chi poteva fargli comprendere lo stato dei fatti, consigliarli, indirizzarli e porsi da loro riferimento nell'espletare il ruolo di rappresentante militare di carabinieri, dando loro l'assistenza come se loro lo fossero già. Credere, esserci, ha pagato e pagherà, ne sono certo. Bravi tutti ragazzi, proprio tutti. Avete conosciuto cosa è e cosa puo' la rappresentanza militare dell'Arma prima di diventare carabineiri. 

Fonte: pianetacobar.eu / cocer carabinieri / Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina