Pianeta Cobar

IL RECUPERO DI PERCENTUALE SUL TURN OVER ? LA POLITICA REAGISCE E APPROVA, MA ORA LE RISORSE VANNO TROVATE ALL'INTERNO DELLE COMPETENZE DEL MINISTERO DIFESA. MINISTRO DI PAOLA ... ORA TOCCA A LEI !

Pubblicata il 16/11/2012

La politica ha reagito bene alle sollecitazioni venute sia dallo stesso Ministro della Difesa, sia da tutta l'attività fatta dalla rappresentanza militare nell'interlocuzione diretta con la politica e con le istituzioni a cui ha dato importante supporto l'attività epistolare fatta dagli oltre 1600 ragazzi rimasti fuori dai corsi per la spending review che ripongono le ultime speranze nella manovra di stabilità.
IL RECUPERO DI PERCENTUALE SUL TURN OVER ?  LA POLITICA REAGISCE E APPROVA, MA ORA LE RISORSE VANNO TROVATE ALL'INTERNO DELLE COMPETENZE DEL MINISTERO DIFESA.  MINISTRO DI PAOLA ... ORA TOCCA A LEI !

Settimana per settimana si viaggia verso terra ferma con una nave da crociera su cui è stato piu' volte lanciato l'allarme di abbandonare la nave perchè si affondava. Sono stati fatti interventi sulle falle create dalle palle di cannone sparate dalla nave dei pirati "spending review" . Si lotta per far muovere la nave e non farla affondare. Un impresa davvero, un impresa quasi impossibile.  Abbiamo coinvolto tutti, proprio tutti. Abbiamo fatto un grande lavoro, sia dal punto di vista istituzionale, politico e sia dal coinvolgimento di tutti i ragazzi rimasti "colpiti" dalla spending review nel taglio dell'80% del turn over. Non li abbiamo mai abbandonati, seguendoli sin dall'inizio del provvedimento del taglio.  Abbiamo messo in opera tutte le nostre risorse, non tralasciando le problematiche su documento pensioni e Una Tantum, che affliggono tutto il perosnale dell'Arma, tutto il personale del comparto difesa e sicurezza.   Siamo riusciti a spostare la responsabilita' dei politici, che avevano concentrato solo sulla parte economica del paese, su quella del personale, su quella dei cittadini del paese, sulla dignità e identità dei cittadini del paese. Siamo riusciti a fermare la manovra di stabilità, unico strumento utile per rimediare al taglio netto sul turn over.  In settimana la commissione alal camera ha approvato un intervento sul turn over. E' stato creato un fondo dedicato su cui sono stati messi 10 milioni di euro . Ogni Ministero dovrà recuperare somme al proprio interno e nelle proprie competenze per sanare il turn over sino al 50% per il 2013 e per il 2014, dando priorità ai concorsi e graduatorie già esistenti.  Pensando a qualche mese fà ...è una grande vittoria.  Ma non è tutto cosi' semplice. Intanto in settimana si pronuncerà la commissione senato e vediamo come viene fuori e se con qualche incremento economico ai 10 milioni già approvati alla camera.  Se il Ministero della Difesa non riuscirà a individuare altre decine di milioni di euro non sarà nessun 50% del turn over, e sarà un problema per tutti.  Seguendo in settimana quello che sarà l'iter alla commissione senato, dove si dovrebbero avere conferme, dovremo concentrare tutte le speranze proprio sul Ministro della Difesa. Dalla sua competenza e dalla sua gestione delle risorse disponibili dovrà passare una decisione di tagliare da un altra parte all'interno per recuperare cio' che è necessario per portare disponibilità economiche tali da consentire di innalzare il turn over dal 20% al 50% per il 2013 e 2014.  Questa "mossa" non da poco, potrebbe sanare, in un modo o nell'altro, tutti i ragazii e ragazze rimasti fuori dai corsi di formazione dei 490 allievo maresciallo dei carabinieri e dei 1886 allievi carabinieri .  Il turn over nell'Arma dei Carabinieri è la sicurezza del paese, è la sicurezza di tutte le comunità dove oggi le nostre piccole unità dell'Arma dei Carabinieri con 4 unità si impegnano a dare prevenzione e sicurezza con grande senso di responsabilità e grande senso dello Stato.  Stato, che fno ad oggi, non stà riconoscendo la specificità del ruolo, riconosciuta con legge nel 2010.  Stato che non dà garanzie sul pagamento delle indennità, delle spettanze per gli scatti di grado.  Stato che gli stà prospettando di allungare l'età pensionabile portandolo a prestare questo ruolo di respinsabilità, rischio, coraggio e di garanzie per la sicurezza dell'ordine pubblico  sino ai 60 anni.  Il Turn over al 20% porterà l'Arma dei Carabinieri a dover rivedere la propria organizzazione territoriale per sanare le carenze organiche che saranno quantificate in oltre 7000 unità che mancheranno dalle strade e dalle Stazioni Carabinieri.  Il Turn over al 20% aggiungerà a tutto cio' che non viene piu' riconosciuto ai Carabinieri  il dover lavorare in condizioni difficili con la carenza di personale che inciderà in modo certo sulla sicurezza del paese e sul rendimento degli operatori di sicurezza del paese.  Caro Ministro Di Paola, abbiamo letto la sua lettera che ha inviato a tutto il personale del comparto. leggendo questa lettera attentamente, restiamo fiduciosi. restiamo fidcuciosi perchè Lei, Signor Ministro, è uno di Noi.  Ora tocca a Lei .

IN ALLEGATO LA LETTERA DEL MINISTRO DI PAOLA DEL 8 OTTOBRE 2012.   

Fonte: pianetacobar.eu / cocer carabinieri / Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina