Pianeta Cobar

IL PLANETARIO.241 La 241a PAGINA del DIARIO dal "PIANETA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEI CARABINIERI ". Il viaggio nel XII mandato con il delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo

Pubblicata il 30/03/2024

IL PLANETARIO.241 DUECENTOQUARANTESIMA La 241a pagina del DIARIO dal "Pianeta della Rappresentanza Militare dei Carabinieri "- XII mandato" - Continua il viaggio nel XII mandato con il delegato Co.Ce.R. Carabinieri
IL PLANETARIO.241 La 241a PAGINA del DIARIO dal "PIANETA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEI CARABINIERI ". Il viaggio nel XII mandato con il delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo

ESTRATTO  DALLA PAGINA   241  "DUECENTOQUARANTUNESIMA"  DEL  DIARIO PLANETARIO SU WWW.PIANETACOBAR.EU 

 

"..Eccoci, ci siamo. Il Consiglio dei Ministri ha dato il via al processo di modifica del Codice di Ordinamento Militare per la sostituzione dello status rappresentativo della rappresentanza militare con quello dell’associazionismo professionale a carattere sindacale. L’iter sarà molto veloce in quanto è necessario attestare la rappresentatività delle associazioni professionali con relativa pubblicazione dei regolamenti di attuazione. Ora, e solo ora, saranno rese note le “regole del gioco”, come realmente dovranno funzionare le associazioni professionali a carattere sindacale...

 

...le associazioni che avevano da sistemarsi alcune dinamiche per economie interne ed interessi personali, hanno, di corsa, fatto i congressi in tempi lampo, magari non informando tutti gli associati, probabilmente per la corsa a doverli fare entro il 31 gennaio. Si era la data ultima per il conteggio delle deleghe sindacali per la rappresentatività a livello nazionale e per il conteggio del personale effettivo per forza armata, da cui derivarne la percentuale di rappresentatività. Infatti il Ministro della Difesa con nota tecnica ha dato i parametri del conteggio deleghe che deve essere solo dei Carabinieri in servizio e quindi ha escluso dal conteggio chi è nello stato di ausiliaria sia se trattenuto e sia se non trattenuto in servizio. Quindi chi è in ausiliaria non è stato conteggiato nelle deleghe attive per la rappresentatività delle associazioni professionali a carattere sindacale, cosi’ anche escluso dal conteggio del numerico nazionale del personale effettivo su cui viene calcolata la percentuale di rappresentatività. E qui’ si giustifica la fretta di alcune associazioni che, per opportunità, magari, non hanno nemmeno informato gli associati su questo e, di corsa, congressi lampo in pochi giorni per evitare contenziosi dopo il 31 gennaio 2024...

 

...ma l’associazionismo è una cosa seria, il Carabiniere associato và tutelato e assistito con la lealtà, la trasparenza e senza mai inganni, non accettabili in una struttura che è fatta di Carabinieri in servizio. Certo, non è funzionale creare strutture, nomine, cariche e ripartizioni di economie in un organizzazione che è ancora in attesa dei regolamenti di attuazione su come deve funzionare la struttura. Pianeta Sindacale Carabinieri è l’unica che ha fatto una assemblea costituente nell’ottobre 2021, quando nacque con 157 soci fondatori. E’ l’unica che ha eletto un direttivo, una segreteria nazionale e cariche di vertice di una fase costituente senza dare cariche periferiche non elettive o nominate da centro motu proprio. Come possono le cariche nominate dal centro in periferia esprimere un processo democratico che deve poi eleggere i vertici regionali e nazionali. La base regionale, e non certo provinciale, si deve esprimere con congressi regionali veri che eleggono una struttura regionale, la quale, a sua volta darà riferimento a chi dovrà eleggere democraticamente i vertici nazionali in un congresso nazionale. In questa fase c’è tanto opportunismo, interessi privati e personali, mancanza di visione di quello che sarà il domani, ma cura esclusiva del presente. Ognuno si sceglie il proprio riferimento in cui identificarsi, ma il rammarico è che moltissimi colleghi vengono spinti a iscriversi con prospettive e impegni a parole senza comprendere realmente cosa dica la legge e come cambierà il rapporto funzionale tra il rappresentante dell’associazione professionale e l’interlocutore periferico o di vertice. PSC sia dopera per percorsi chiari e coinvolgimenti per partecipare il Carabiniere che poi deve “scegliere” .

 

Abbiamo cambiato il modo di Pensare, cambiando il modo di comunicare

 

Vincenzo Romeo, Carabiniere contemporaneo

 

Poco piu’ di 2 anni del nostro viaggio da Pianetacobar a Pianeta Sindacale Carabinieri ASSIEME con 6.963 Carabinieri PSC 

 

      

PAGINA DUECENTOQUARANTUNESIMA. DIARIO SECONDO. MADATO DODICESIMO.ANNO2024.

 

 

Fonte: pianetacobar.eu\ DIARIO PLANETARIO\ aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina