Pianeta Cobar

IL PLANETARIO.150 La 150a PAGINA del DIARIO dal "PIANETA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEI CARABINIERI ". Il viaggio nel XII mandato con il delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo

Pubblicata il 23/05/2021

IL PLANETARIO.150 CENTOCINQUANTESIMA La 150a pagina del DIARIO dal "Pianeta della Rappresentanza Militare dei Carabinieri "- XII mandato" - Continua il viaggio nel XII mandato con il delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo
IL PLANETARIO.150 La 150a PAGINA del DIARIO dal "PIANETA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEI CARABINIERI ". Il viaggio nel XII mandato con il delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo

ESTRATTO  DALLA PAGINA   150  "CENTOCINQUANTESIMA"  DEL  DIARIO PLANETARIO SU WWW.PIANETACOBAR.EU 

 

 

"...La danza immobile di un Arma dei Carabinieri al bivio. E’ la scelta di un percorso che deve portare ad un Arma dei Carabinieri che si rinnova nello spirito, si rigenera nei valori, prende consapevolezza della necessità di aggiornarsi sulle scelte dell’immediato domani .Ora le strade si dividono e la scelta deve essere importante e coraggiosa. Si attesta che non siamo piu’ sul podio dei piu’ graditi nella nostra società. Bene, potremmo prendere consapevolezza che tanti fatti accaduti ci hanno fatto riflettere soprattutto al nostro interno, ma tutti sappiamo cosa non và e cosa vorremmo cambiasse..."

 

"...La motivazione và curata costantemente e rinnovata con stimoli e prospettive che possono essere di carriera, ma, soprattutto, che devono essere miglioramenti di qualità della vita quotidiana da carabiniere. No, non è solo l’economia, lo stipendio o le indennità, non è solo questo. La qualità della vita del carabiniere è quella di non dover subire riflessi negativi dalla gestione delle attività organizzative della vita di reparto. Una gestione non adeguata non consente di organizzarsi la vita, di essere sereni nell’iniziare il servizio, avere armonia nelle relazioni interpersonali tra colleghi e nel rapporto gerarchico funzionale..."

 

"...oggi ancora combattiamo con il non riuscire a programmarci per pochi giorni l’attività dei servizi del reparto. Sarà incapacità ? Sarà minore preparazione alla gestione delle risorse umane o sarà proprio una cultura di chi ancora crede di poter gestire un reparto con lo scrivere il memoriale del servizio giornaliero. C’è sostanziale differenza tra Organizzare i servizi del reparto e scrivere il memoriale, sono due capacità diverse e identificative di azione di Comando adeguata ai tempi nostri. Il dito si è puntato sui Comandanti di Stazione fissando una mobilità su un decennio senza tener conto che vanno meglio valutate le mobilità in tanti altri ruoli dove vige l’immobilità funzionale ed una non piu’ adeguata aderenza alle esigenze operative e funzionali sulla polizia giudiziaria e sulla relazione tra cio’ che deve fare il carabiniere e cosa è piu’ giusto per non creare problemi a chi svolge un ruolo diverso dall’operatore di polizia giudiziaria..."

 

"...la mobilità per i ruoli di responsabilità è un principio interessante se i criteri che ne stabiliscono le regole possono dare garanzie nel tempo con una proiezione che dia garanzie alla funzionalità dell’istituzione. E’ vero che la categoria dei dirigenti, gli ufficiali, è soggetta a mobilità, ma sappiamo che soffre una demotivazione devastante per le non carriere dell’85% di tutti gli ufficiali dell’Arma dei Carabinieri. Sarebbe coraggioso affidare un comando ad un ufficiale che si è guadagnato sul campo affidabilità e competenza, con documentate esperienze di gestione risorse umane, seppur non utile nella pole position della graduatoria di quando usci dal corso in accademia. Sarebbe utile impiegare in ruoli di gestione di attività di Stato Maggiore chi, seppur in pole position in quella stessa graduatoria di corso, è piu’ capace in questo ruolo che, invece, trovarsi al vertice un comando sul territorio. Per evitare che timore, approssimazione, inadeguatezza, disorientamento vadano ad alimentare pura demotivazione tra tutti i carabinieri alle dipendenze gerarchiche..."

 

"...questa danza non deve essere immobile, il bivio deve essere l’opportunità di scelte per i carabinieri di oggi e del nostro domani...

 

Vincenzo Romeo, carabiniere contemporaneo "    

 

"...Andare Avanti per Andare Oltre… Si, ASSIEME 

 

      

PAGINA CENTOCINQUANTESIMA. DIARIO SECONDO. MADATO DODICESIMO.ANNO2021.

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ IL PLANETARIO/ aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina