Pianeta Cobar

IL PLANETARIO.004 La 4a PAGINA del DIARIO dal "PIANETA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEI CARABINIERI ". Continua il viaggio nel nuovo XII mandato del delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo

Pubblicata il 05/08/2018

IL PLANETARIO.004 QUARTA La 4a pagina del DIARIO dal "Pianeta della Rappresentanza Militare dei Carabinieri "- XII mandato" - Continua il viaggio nel nuovo XII mandato del delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo.
IL PLANETARIO.004 La 4a PAGINA del DIARIO dal "PIANETA DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEI CARABINIERI ". Continua il viaggio nel nuovo XII mandato del delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo

ESTRATTO  DALLA PAGINA   004  "QUARTA"  DEL  DIARIO PLANETARIO SU WWW.PIANETACOBAR.EU 

 

"...un carabiniere che dice bugie non è un carabiniere. Indossare una divisa è una cosa, essere un carabiniere che indossa una divisa è un'altra. Un Comandante di uomini non puo’ dire bugie. Un Comandante di uomini, un carabiniere che ha responsabilità di Comando di carabinieri è e deve essere d’esempio e quindi, non puo’ dire bugie. Ma chi puo’ controllare se un carabiniere dice bugie, chi puo’ intervenire ?...

 

"...in teoria c’è un sistema, un organizzazione piramidale che porta ad avere la presenza di un superiore che dovrebbe essere…deve essere il garante sul comportamento e su chi deve avere un comportamento che sia sempre d’esempio. Quando svolgi il ruolo di carabiniere e non ne indossi solo la divisa, devi essere d’esempio, devi avere un comportamento che deve essere esemplare come cittadino di una comunità. Comunità, contesto sociale che ti osserva, che ti guarda come modello di vita familiare e da rappresentante dello Stato con compiti di ordine e sicurezza pubblica..."

 

 

"...ecco perché spesso sentiamo spesso la parola…”scelta di vita” Si, una scelta che è fatta per svolgere un ruolo sociale in un contesto dove il senso di responsabilità e la dedizione viene a costituire un  riferimento per tutti coloro che vivono quel contesto sociale. Ed è per questo motivo che non puoi dire bugie, non puoi avere comportamenti superficiali, atteggiamenti che fanno emergere scarso senso civico, e che rientrano in una vera e propria inciviltà..."

 

 

"....puo’ succedere che comportamenti non consoni passano indisturbati e che la gente li debba subire, ma cio’ a causa di chi, nel sistema gerarchico, non vede o non vuol vedere o non ha il coraggio di vedere. Si, perché vedere significa poi intervenire ó Intervenire significa avere il coraggio di intervenire. Il coraggio…si, quello del vero carabiniere, quello di chi lo è davvero..."

 

 

"....ma nessun carabiniere si puo’ comportare in maniera differente dal cittadino esemplare, nessuno. Il dovere del carabiniere è che sia garante del comportamento dell’altro carabiniere. Ed è lo stesso carabiniere a far si’ che un altro carabiniere non abbia ad avere comportamenti incivili e non degni del ruolo istituzionale...."

 

"....chi è un vero carabiniere non dice mai bugie, non è mai vigliacco, non è impostore, non pensa mai d’ingananre il prossimo, non si sente mai piu’ capace degli altri, non fa cose che non vanno fatte, non viola le norme di buon costume, non pone in essere comportamenti di palese inciviltà, non fa si che qualcuno, in quel contesto sociale, in qualle comunità, possa dirti che non sei d’esempio. Essere un carabiniere…  è  per tutti riferimento ed  esempio umano e sociale ..."     

 

PAGINA QUARTA. DIARIO SECONDO. MADATO DODICESIMO.ANNO2018.

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ IL PLANETARIO/ aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina