Pianeta Cobar

SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULL'ILLEGITTIMITA' DEL BLOCCO DEI CONTRATTI....HO VINTO QUALCHE COSA ? ...NIENTE. ORA LA MANOVRA DI STABILITA' DIVENTA SEMPRE PIU' CRITICA PER IL GOVERNO RENZI.

Pubblicata il 25/06/2015

La sentenza della Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo il regime del blocco della contrattazione collettiva per l'impiego pubblico. Quindi il Governo non puo' che provvedere nella prossima manovra di stabilità a fare uno stanziamento per il rinnovo contrattuale. In poche parole...ho vinto quello che già ho, niente.
SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULL'ILLEGITTIMITA' DEL BLOCCO DEI CONTRATTI....HO VINTO QUALCHE COSA ?  ...NIENTE. ORA LA MANOVRA DI STABILITA' DIVENTA SEMPRE PIU' CRITICA PER IL GOVERNO RENZI.

La Corte Costituzionale, in merito alla legittimità costituzionale ha dichiarato, con decorrenza dalla pubblicazione della sentenza, l'illegittimità costituzionale sopravvenuta del regime del blocco della contrattazione collettiva per l'impiego pubblico, che risulta sia dalle norme impugnate e sia da quelle che ne hanno consentito le proroghe del blocco. In poche parole, a me mi hanno bloccato la contrattazione e la sentenza mi dice che sarà sbloccato ma, per il passato...è tutto da lasciar perdere. Una sentenza che ti dice hai vinto .....e tu dici cosa ho vinto ? ...hai vinto che hai perso quello che ti dovevano dare in passato e hai vinto che ...adesso il Governo se ha soldi ti mette qualche spicciolo per tutto il rinnovo del comparto dell'impiego pubblico, tutto. Quindi il Governo in manovra di stabilità dovrebbe mettere centinaia di milioni di euro per un contratto decente, non so' con quali fondi e quali risorse, ma dovrebbe farlo. L'unica cosa concreta e utile potrebbe essere quella di lavorare con le parti Governative per stimolare a fare un adeguato stanziamento che potrebbe essere utilizzato in materia normativa riuscendo a fare importanti interventi su aspetti contrattuali che potrebbero dare risposte agli stipendi dei carabinieri, se fatto bene e con criterio. Ma è ovvio che con una situazione previdenziale dai prospetti drammatici è impensabile guardare solo all'aspetto normativo. Ma queste ora sono fantasie senza avere contezza di reali stanziamenti.  Ma quando aprliamo di risorse non dobbiamo dimenticarci che il Governo deve mettere anche adeguate risorse per il turn over e per gli arruolamenti, per rinpinguare i bilanci ridotti all'osso dalla spending review, non solo ma ci auspichiamo un intervento in materia di previdenza dove dovremmo avviare eventualmente la previdenza complementare con uno stanziamento importante. Diciamo che tutta la manovra di stabilità sarà dedicata all'impiego pubblico e specialmente al comparto difesa e sicurezza. Non solo, ma in occasione della realizzazione del Libro bianco della Difesa che potrebbe prevedere una revisione in mteria di carriere, un bello stanziamento per un bel riordino dei ruoli di cui ne abbiamo tanto bisogno per dare funzionalità e stimoli a chi indossa una divisa e ne svolge un ruolo delicato e di responsabilità.   Bene voglio credere alla ripresa del paese ed al ritrovamento di una adeguata dignità alle forze dell'ordine. Voglio essere davvero positivo per poter "combattere in prima linea" nel migliore dei modi...ma non posso raccontare cazzate ai carabinieri che rappresento, no, questo non lo posso fare perchè non sono nè un buon politico, nè riesco a recitare senza avere la forza della verità e del senso di realismo e concretezza che sino ad oggi mi porta avanti con rispetto, stima e consenso. Forse per questo ancora oggi c'è stima e fiducia per qualcuno di noi che, in questa giungla di ipocrisia politica e di strategie fatte di opportunismo e di interessi sempre con fini personali, si pone con una determinazione e con coraggio nell'esporsi sempre e comunque cercando di parlare solo con cognizione di causa e cercando di coinvolgere tutti gli interessati as adoperarsi con ogni contributo di pensiero sugli interessi collettivi, dare voce ai carabinieri.  Vediamo cosa succederà e cosa dobbiamo fare per metetre questo Governo difronte al fatto che se di Governo si vuole parlare, se di ordine e sicurezza del paese si deve parlare, chi rappresenta il Governo e questi valori non puo' sentirsi figlio di un Dio Minore sotto la stessa bandiera tricolore.  Sono solo rammaricato che chi fàparte di questo organismo rappresentativo abbia acceso i riflettori su questa sentenza ingannando la buona fede e le aspettative del personale. Squallido comportamento da mediocre politico o giornalista che stampa e scrive solo in "monocolore". In realtà è cosi', ma non vale la pena spendere energie per contrastarli, piuttosto andare avanti su questa strada che viaggia solo con alimentazione di lealtà, trasparenza, cognizione di causa e tanto..tanto..tanto ...carabiniere che rappresenta i carabinieri da carabiniere.    Fare notizia non mi appartiene, specie se non serve ai carabinieri che rappresento. Fare pura informazione è un altra storia...la nostra, quella dei carabinieri che vogliono svolgere un ruolo da protagonisti nella quotidianità che li circonda, cosi' come lo sono per la gente che ci ama e che che ci rispetta dandoci forza per continuare ad essere loro riferimento per l'ordine e la sucrezza delel comunità di questo notro paese, di questa nostra Italia.     

 

 

 

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ cocer / Aps Romeo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina