Pianeta Cobar

PASSI DI SERA IN PROVINCIA DI PADOVA E...SULLA STRADA TI TROVI UNA GIULIETTA CON I LAMPEGGIANTI ACCESI. TI FERMI E TI TROVI 150 RADIOMOBILISTI DI IERI E DI OGGI.

Pubblicata il 12/02/2015

Torreglia, Padova. 11 febbraio 2015 è stata la serata del 5' raduno di tutti i carabinieri di ieri e di oggi che hanno fatto servizio al Radiomobile di Abano Terme, di Este e del circondario del padovano. Quasi 200 carabinieri che si ritrovano con la passione degli "stivaloni" sulla divisa nera a bande rosse.
PASSI DI SERA IN PROVINCIA DI PADOVA E...SULLA STRADA TI TROVI UNA GIULIETTA CON I LAMPEGGIANTI ACCESI.  TI  FERMI E TI TROVI 150 RADIOMOBILISTI DI IERI E DI OGGI.

E' sera. E' buio. Percorri la strada ed entrando in Torreglia, nel padovano, sulla strada vedi una alfa romeo, una Giulietta,  posizionata come ad un posto di controllo e lampeggianti accesi. Il lampeggiante acceso. La osservi, vai avanti e dopo qualche istante rallenti e accosti. E' un allucinazione ? Forse non sto' bene. Ti giri indietro e da qualche decina di metri rivedi sempre la stessa giulietta.  Torni indietro e li' trovi un locale alle spalle e ti accorgi che c'è una cerimonia. Entri all'ingresso e ti trovi una mega torta con su scritto..." V' raduno nucleo radiomobile 1961-2015".  Si, sono proprio tutti li'.  I "radiomobilisti" degli ultimi 50 anni del padovano.  Un atmosfera bellissima. Un calore ed un affetto in una terra che spesso si associa ad un carattere duro ed a "freddi sentimenti". Tutt'altro...proprio tutt'altro. Ci siamo uniti subito a questo momento di ritrovo, di goliardia, di grande affetto e di attaccamento allo "stivalone".  Una bella occasione per immergersi tra i colleghi del padovano che sono al nucleo radiomobile e che ci sono stati. Ricordare i momenti, ricordare i servizi di una volta, le dinamiche mutate negli anni, le nottate di 40 anni fà. Ricordare chi non c'è. Ma non c'è solo perchè non puo' esserci fisicamente, ma, probabilmente, anche lui è li', chiamato dall'affetto e dalla memoria indelebile di quel servizio fatto insieme, l'ultimo servizio. Quello triste, drammatico, quando si esce in due e si rientra da soli.  Un'atmosfera bellissima. Una di quelle serate che ti fà sentire davvero un piccolo carabiniere difronte a questo grande momenti di aggregazione che segna un tratto di storia dei carabinieri del radiomobile nel padovano. Tra l'altro tra gli orgogliosi c'era proprio il titolare del locale consapevole di accogliere momenti di vita da carabiniere. Questi momenti di vita, seppur brevi ma cosi' intensi, ti consentono di andare avanti tra mille difficoltà ed essere orgoglioso di rappresentare tutti i carabinieri d'Italia che non fanno mai mancare affetto e stima per quanto dobbiamo continuare a fare per migliorare sempre piu' la nostra quotidianità di carabinieri. Bravi a tutti voi carabinieri della radiomobile di Abano, Este, Padova e tutto il circondario. Bella cosa davvero, bella gente. Bravi a tutti i carabinieri d'Italia che non dimanticano mai di essere semplicemente...carabinieri per sempre.     

 

Fonte: pianetacobar.eu/ cocer carabinieri/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina