Pianeta Cobar

LA RAPPRESENTANZA MILITARE DELL'ARMA DEI CARABINIERI. LA RAPPRESENTANZA MILITARE NEL QUADRO DELL'EVOLUZIONE DELLE FORZE ARMATE. CONOSCIAMO L'ORGANISMO A TUTELA DEI CARABINIERI.

Pubblicata il 01/03/2014

Iniziamo un viaggio alla scoperta dell'organismo di rappresentanza. Uno studio articolato in varie tappe. dalla storia per passare ad una profonda analisi e per giungere a valutazioni e proposte. La necessità di coinvolgere i carabinieri dell'Arma in una riforma della rappresentanza militare oramai indispensabile ai giorni nostri.
LA RAPPRESENTANZA MILITARE DELL'ARMA DEI CARABINIERI. LA RAPPRESENTANZA MILITARE NEL QUADRO DELL'EVOLUZIONE DELLE FORZE ARMATE.  CONOSCIAMO L'ORGANISMO A TUTELA DEI CARABINIERI.

Su Pianetacobar.eu iniziamo un percorso alla scoperta di questa Rappresentanza Militare partendo dalla storia per passare all'attuale contesto rappresentativo in relazione all'evoluzione delle Forze Armate e per convergere su cio' che dovrà essere la Riforma della Rappresentanza Militare o i relativi interventi di riforma per renderla adeguata alla condizione di rappresentatività dei Carabinieri d'Italia.  La rappresentanza militare, dalla sua istituzione con la legge 11 luglio 1978, n. 382 - “Norme di principio sulla disciplina militare” - ai giorni nostri, ha fatto registrare significativi cambiamenti in un quadro di stretta aderenza con il percorso evolutivo e con la mutevole realtà delle Forze armate. Il lavoro si propone lo scopo di delineare queste tappe parallele di crescita, nonché di enucleare un quadro di sintesi che aiuti a comprendere, attraverso la ormai lunga storia degli organi di rappresentanza del personale militare, il loro ruolo, i punti di forza da consolidare e le criticità da considerare per apportare correttivi - ormai forse non procrastinabili - per migliorare la rappresentatività del personale. Tali approfondimenti devono essere letti in sistema con il processo innovativo che ha caratterizzato il percorso delle Forze armate, quali il passaggio dal modello della leva obbligatoria, sospesa dal 2005, al modello professionale e al crescente e strategico ruolo internazionale della partecipazione a missioni internazionali finalizzate ad assicurare la stabilizzazione di Stati attraversati da crisi profonde. La rappresentanza militare è ormai una realtà importante nelle istituzioni militari nel cui ambito ha avuto la capacità di captare le molteplici e diversificate esigenze. Nel presente lavoro saranno diffusamente esplorate le caratteristiche e le tipicità degli organi di rappresentanza, saranno delineate la peculiare unitarietà nel contesto interforze e la specialità nell’ambito delle sezioni dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri e del Corpo della Guardia di Finanza.  Questo studio che faremo insieme è articolato in tre parti. La prima ha lo scopo di ripercorrere l’origine e l’evoluzione della legislazione militare, sintetizzando i punti essenziali del lungo percorso che ha condotto all’approvazione della richiamata legge n. 382 del 1978, con la quale sono stati istituiti gli organismi di rappresentanza militare. Al riguardo, sarà illustrato ed esaminato il modello prescelto dal legislatore del 1978 e saranno richiamati gli interventi - in parte innovativi e talvolta riconducibili a contingenze - che si sono succeduti nel tempo. La seconda prende in esame l’intero quadro normativo di riferimento in materia di rappresentanza militare, partendo dalle norme primarie di cui alla richiamata legge n. 382 del 1978 e soffermandosi sulle norme di attuazione della rappresentanza militare e sul regolamento interno, introdotte rispettivamente con il decreto del Presidente della Repubblica 4 novembre 1979, n. 691 e con il decreto del Ministro della difesa 9 ottobre 1985. Il lavoro si sofferma poi sui modelli rappresentativi individuati a livello nazionale per le Forze di polizia ad ordinamento civile e su quelli realizzati da altri Stati europei per assicurare la rappresentanza del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia. La terza parte dello studio è finalizzata a fornire un quadro complessivo delle principali proposte di modifica che sono state presentate nel corso della presente legislatura e durante le legislature precedenti. Si tratta di una ricostruzione che, oltre a richiamare molteplici soluzioni legislative, aiuta a comprendere l’esistenza di una forte esigenza di riforma, di cui enuclea al tempo stesso le priorità. In tale ambito sono individuati alcuni possibili interventi di riforma, seguendo un approccio pragmatico e tenendo conto che esse potrebbero consentire, nelle more dell’approvazione di una riforma organica, di risolvere alcune problematiche, di recepire talune richieste da tempo sostenute dalla rappresentanza, nonché di introdurre correttivi utili a dirimere dubbi interpretativi, assicurare omogeneità nella definizione di problematiche simili ed evitare possibili contenziosi. Le conclusioni dello studio considerano le ricorrenti difficoltà di portare a termine un intervento organico di riforma. Nel richiamare le fonti saranno riportati i riferimenti normativi, tenendo conto del recente intervento di razionalizzazione della normativa militare. L’intera legislazione di settore, infatti, è stata completamente riassettata nei due testi che al momento assemblano tutte le disposizioni: le norme primarie sono confluite nel decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 recante “Codice dell’ordinamento militare”, mentre quelle di rango inferiore nel decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90 avente ad oggetto “Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare, a norma dell’articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246”.   Pianetacobar.eu vuole portare i carabinieri a fare un viaggio alla scoperta di quest'organismo per conoscerne a fondo gli aspetti e per aprire a riflessioni e contributi di pensiero per convogliare proposte da prendere in esame e da sviluppare per rendere lo strumento rappresentativo piu' adeguato e piu' vicino alle esigenze di rappresentatività dei Carabinieri d'Italia.  Preparatevi, inizia il viaggio in questa dimensione della rappresentanza militare nel quadro dell'evoluzione delle Forze Armate.

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ Rappresentanza Militare/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina