Pianeta Cobar

13' CORSO VICE BRIGADIERI A TITOLI. SI PREPARA IL NUOVO BANDO PER IL CORSO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE RISERVATO AGLI APPUNTATI SCELTI. APPORTARE DELLE MODIFICHE ? INSIEME, VALUTIAMO QUALI .

Pubblicata il 15/07/2013

Mentre gli aspiranti al concorso Vice Brigadieri a titoli ed esami attendono il responso finale della graduatoria, si prepara il nuovo concorso Vice Brigadieri a titoli riservato agli Appuntati Scelti dell'Arma. E' opportuno apporre integrazioni e modifiche ? vediamo quali proposte avanza il personale alla rappresentanza militare dell'Arma.
13' CORSO VICE BRIGADIERI A TITOLI.  SI PREPARA IL NUOVO BANDO PER IL CORSO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE RISERVATO AGLI APPUNTATI SCELTI. APPORTARE DELLE MODIFICHE ?  INSIEME, VALUTIAMO QUALI .

Il Co.Ce.R. Carabinieri fornisce sempre proposte da porre alla valutazione degli organi competenti del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri. Proposte che sono sempre frutto dell'espressione del personale sinergicamente integrate alle competenze dei delegati del Consiglio Centrale di Rappresentanza. Rispetto al 12° corso allievi vicebrigadieri, in relazione a quanto sinora giunto all'organismo centrale dagli organismi di rappresentanza base e dal personale, sono state valutati alcuni aspetti.  Incrementare il coefficiente giornaliero ai fini del computo dell’anzianità di servizio. L’effetto di tale previsione è quello di consentire il conseguimento del massimo punteggio per l’anzianità di servizio (1.400 punti) dopo 31,9 anni di servizio (1.400 : 0,12 = 11.667; 11.667: 365 = 31,9) in luogo dei 38,3 anni di servizio che occorrevano nel precedente concorso per poter conseguire il massimo punteggio (1.400 : 0,1 = 14.000; 14.000 : 365 = 38,3).  Introdurre il punteggio per ogni giorno di servizio prestato in missione internazionale (2,50 punti al giorno per un massimo di 1.350 punti) a fronte del punteggio precedentemente attribuito per ogni mese di servizio (75 punti al mese per un totale di 1.350 punti). La soluzione individuata, mantenendo invariato il punteggio totale attribuibile alle missioni internazionali, consentirebbe una più aderente attribuzione del punteggio in caso di impiego all'estero per frazioni di mese. Punteggio già ridotto del 25% nllo scorso bando su proposta del Co.Ce.R. carabinieri.  In merito al servizio prestato in sede disagiata si valuta di riformulare l'ultimo periodo ("Per l'attribuzione del punteggio devono essere presi in considerazione i periodi espressamente indicati dal concorrente nel modulo di domanda in cui la o le sedi di servizio sono considerate disagiate ...", in luogo dell'originaria formulazione che non recava le parole sottolineate), prevedendo l'indicazione da parte del concorrente dello specifico servizio reso in zone disagiate per tutelare al meglio lo stesso concorrente (con ciò potendo agevolmente rilevare eventuali mancate/incomplete registrazioni dei servizi sui documenti personali del concorrente). Valutare l'ndividuazione espressa dei servizi che danno titolo al l'attribuzione del punteggio per il possesso di "Medaglia commemorativa e/o diploma di benemerenza per la partecipazione ad operazioni di soccorso alle popolazioni colpite da pubbliche calamità". In particolare, viene chiarito che nell'ambito delle operazioni in argomento non possono essere ricompresi i servizi resi nell'ambito delle esequie del Santo Padre Giovanni Paolo II, elezioni del Pontefice Benedeto XVI incontro nazionale dell'Azione Cattolica italiana nella regione Marche e il Grande evento G8 "From La Maddalena to L'Aquila".  L'integrazione in argomento non modificherebbe i criteri adottati nei precedenti bandi ma chiarisce espressamente la casistica per dirimere dubbi dei concorrenti ed evitare istanze alla Commissione esaminatrice con conseguente aggravio burocratico (situazioni concretamente verificatesi nel passato e portate all’attenzione anche della RM).  In merito sono state fatte alcune valutazioni e approfondimenti sull’incidenza dei punteggi attribuiti per il possesso della "Medaglia commemorativa e/o diploma di benemerenza per la partecipazione ad operazioni di soccorso alle popolazioni colpite da pubbliche calamità".  Al riguardo, in considerazione della particolare concentrazione in alcuni ambiti territoriali e/o reparti mobili (specchio annesso) dei vincitori in possesso di uno o più titoli in questione è stato ipotizzato di valutare di ridurre il punteggio a 600 punti per tale titolo (ora 1.500), allineandolo al punteggio ora previsto per l’elogio, con un massimo di 1.800 punti (ora 6.000 punti).  Ogni anno, come l'anno scorso tra i dati in valutazione  vengono presi in considerazione i dati dei vincitori dello scorso concorso. Infatti sulle missioni internazionali: rispetto al precedente concorso a titoli la percentuale di incidenza del punteggio per la partecipazione a missioni internazionali (calcolata sull’ultimo concorrente in posizione utile) è passata dal 18,23 % al 13,25 % e, probabilmente, scenderà ancora in ragione della progressiva flessione del personale impiegato in missioni internazionali (- 50 % circa dal 2010 al 2012). Analizzando i vincitori di concorso distinti per aree di provenienza: la percentuale dei vincitori dell’ultimo concorso è così ripartita: 81,14 % (284 su 350) organizzazione territoriale, 10,85 % (38 su 350) organizzazione mobile, 3,71 % (13 su 350) organizzazione speciale, 2,57 % (9 su 350) organizzazione di Polizia Militare, 0,85 % (3 su 350) Comando Generale, 0,57 % (2 su 350) organizzazione addestrativa e 0,28 % (1 su 350) Organismi Costituzionali. Nello specchio annesso sono riportati anche i numeri dei partecipanti distinti secondo lo stesso criterio.  Nel precedente concorso la percentuale di vincitori provenienti dall’Organizzazione territoriale corrispondeva al 79,04 %, mentre quella dei provenienti dall’Organizzazione Mobile era pari al 12,38 %. Poco oltre il 50% dei vincitori ha giovato dei punteggi incrementali sulla decorazione di pubblica calamità dai 1500 punti in su. Tra i carabinieri vincitori dello scorso concorso, in relazione alle organizzazioni territoriali, ci sono 3 del Comando Generale dell'Arma, 284 dell'Organizzazione territoriale, 2 dell'organizzazione addestrativa, 38 dell'organizzazione mobile, 13 dell'organizzazione speciale, 1 degli organismi costituzionali e 9 della Polizia Militare, per un totale di 350.  In merito a queste valutazioni tecniche, frutto di uno studio accurato, si possono fornire ulteriori proposte contattando direttamente i delegati di riferimento. Le tempistiche non consentono di porre in essere attività con tempi piu' ampi, pur sottolineando che in tutto l'anno, da un concorso ad un altro, dai rispettivi CoBaR arrivano proposte che vengono indirizzate agli uffici competenti dopo le valutazioni ed integrazioni del caso del Co.Ce.R. Carabinieri.   Ogni considerazione ed ogni valutazione del personale rappresentato sarà prezioso contributo di valutazione da formalizzare in proposta rispettando le normative vigenti sul concorso inviando una mail ai delegati Co.Ce.R di riferimento o inviando una mail a :

 sondaggi.carabinieri@pianetacobar.eu

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ SONDAGGI di PIANETACOBAR/ Aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina