Pianeta Cobar

E' IL GENERALE DI CORPO D'ARMATA GIOVANNI NISTRI IL NUOVO COMANDANTE GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI. DAGLI APPLAUSI DI PALAZZO VIDONI PER L'INCONTRO ALLA FUNZIONE PUBBLICA AL GENERALE DEL SETTE ALLA NOMINA DEL GENERALE NISTRI

Pubblicata il 22/12/2017

Una giornata che è iniziata con un nome su tutti per la nomina a Comandante Generale. Era il nome condiviso da tutti ed in serata la nomina ufficiale con l'annuncio del Ministro della Difesa. Una importante serata per l'Arma dei Carabinieri. Dagli applausi alla funzione pubblica a Del Sette sino alla nomina di Nistri "Comandante".
E' IL GENERALE DI CORPO D'ARMATA GIOVANNI NISTRI IL NUOVO COMANDANTE GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI. DAGLI APPLAUSI DI PALAZZO VIDONI PER L'INCONTRO ALLA FUNZIONE PUBBLICA AL GENERALE DEL SETTE ALLA NOMINA DEL GENERALE NISTRI

E' il Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri il nuovo Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri. La nomina poco dopo le 19 con l'annuncio del Ministro della Difesa Roberta Pinotti. La cerimonia del cambio del Comandante Generale ci sarà il 16 gennaio 2017 a Roma. Giovanni Nistri, Generale dell'Arma dei Carabinieri nei suoi sessant'anni ha iniziato i primi passi delle vita militare nella scuola Nunziatella a Napoli. Dal 1974 all'Accademia Militare di Modena per frequentare il 156' corso. E' stato Comandante delle Compagnie Carabinieri di Urbino nel 1981, della Compagnia di San Remo nel 1984. E' stato Comandante Provinciale di Cosenza nel 1994. Al V Reparto del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri nel 2001. Diventa Comandante Provinciale dei Carabinieri a Firenze dall'aprile 2003 all'ottobre 2006. Diventa Comandante del Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale nel 2007 sino al 2010. Poi sempre nel 2010 l'incarico di Comandante della Regione Carabinieri Toscana sino al 2012 dove poi ritorna su Roma per assumere il Comando della Scuola Ufficiali Carabinieri a Roma. Nel 2013 un delicato incarico governativo lo porta a divenire direttore generale del "garnde Progetto Pompei" per la conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico dell'area di Pompei. Al termine dell'incarico, rientra al Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri alla Co.Va. Nell'aprile del 2016 viene nominato Comandante Interregionale "Ogaden" a Napoli. Dal 16 gennaio 2018 sarà il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri. Oggi è stata una giornata significative in questo momento particolare per una decisione importante. La mattinata si apre con un nome solo, quello del Generale Nistri. La giornata è articolata da diversi impegni istituzionali ed è previsto anche quello del pomeriggio a palazzo vidoni a Roma alla Funzione Pubblica per l'incontro con sindacati e rappresentanti sul rinnovo del contratto di lavoro. Le tensioni sulla nomina del nuovo Comandante andavano a chiudersi verso le ore 19 dove il Consiglio dei Ministri avrebbe ratificato la nuova nomina. Ma a palazzo vidoni, una sala affollata di sindacati e rappresentanze militari faceva da cornice a tutti i Ministri del Governo presenti e tutti i Comandanti e i vertici delle forze armate e forze di polizia. Dopo l'apertura e le comunicazioni dei Ministri sulla fase contrattuale si apre agli interventi delle sigle sindacali, per poi seguire con gli interventi delle rappresentanze militari. Appena i carabinieri prendono parola, non si esita a cogliere l'occasione di esprimere il ringraziamento al Governo per averci fatto guidare in questi tre anni dal Generale Tullio Del Sette visto che di li' a poco ci sarebbe stata la nuova nomina...e qui, si fermano le attività, si ferma tutto. Parte un applauso spontaneo e una standing ovation che avvolge e coinvolge tutti i Ministri del Governo, I Capi di Stato Maggiore delle Forze Armate, Il Capo della Polizia, i rappresentanti di vertice, i rappresentanti sindacali, i rappresentanti militari, tutti, ma proprio tutti. Un lungo, sincero, intenso applauso, che, in quel momento, davanti al Governo e al "Comparto difesa e sicurezza"...penso sia stato davvero un bel "grazie" ricevuto nel piu' autorevole consesso mentre si era li' al lavoro impegnati per le istituzioni, in sintonia di quanto fatto in questi tre anni da Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri. Vederlo alzarsi in piedi e ringraziare tutti, visivamente commosso per l'affetto e la stima di tutti i presenti, per far terminare gli applausi che andavano avanti con tutti in piedi per rendergli quel momento di rispetto per chi è stato bersaglio di fango quotidiano per opportunità politica e dinamiche che non appartengono l'Arma dei Carabinieri e i suoi Carabinieri. Di li' a poche ore, poi, la nomina del Consiglio dei Ministri. Di li' a poco l'ufficialità della nomina. Con il Generale Giovanni Nistri si trasmette ai carabinieri la garanzia di poter continuare su quanto di buono e di coraggioso abbia posto in essere il Generale Del Sette e di quello che sarà il contributo istituzionale che ci verrà dato  dall'esperienza, dalla determinazione e dalla voglia di fare del bene per la nostra istituzione e i suoi carabinieri del Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri. Una bella serata per i carabinieri dell'Arma e per cio' che ci aspetta nei prossimi tre anni proseguendo ad essere il riferimento dell'ordine e della sicurezza dei cittadini al cui servizio ci adoperiamo per il bene del nostro bel paese.  

Fonte: pianetacobar.eu/co.ce.r. carabinieri/ aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina