Pianeta Cobar

PAGINA 275...IL PLANETARIO. IL DIARIO DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEL CO.CE.R. XI MANDATO. IL RESOCONTO SETTIMANALE DELL'APPUNTATO SCELTO, CARABINIERE D'ITALIA, VINCENZO ROMEO

Pubblicata il 01/10/2017

IL PLANETARIO.275 La 275a pagina del racconto settimanale dal DIARIO dal "Pianeta della Rappresentanza Militare dei Carabinieri " IL DIARIO PLANETARIO- il viaggio del XI mandato del delegato Co.Ce.R. Carabinieri Appuntato Scelto Romeo Vincenzo
PAGINA 275...IL PLANETARIO. IL DIARIO DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DEL CO.CE.R. XI MANDATO. IL RESOCONTO SETTIMANALE DELL'APPUNTATO SCELTO, CARABINIERE D'ITALIA, VINCENZO ROMEO

ESTRATTO DALLA PAGINA 275  DEL  DIARIO PLANETARIO 

 

"... Chi soffre la rappresentanza militare ? L’incapace, colui che non è in grado di svolgere il suo ruolo. Puo’ essere un collega, puo’ essere un superiore, puo’ essere un maresciallo, puo’ essere un ufficiale. Nei vertici dell’Arma solo qualcuno la soffre e, probabilmente, perché è un ostacolo reale alla cure dei suoi interessi personali e nel curare l’Arma dei Carabinieri senza curare i carabinieri che fanno l’Arma stessa. Soffre la rappresentanza quel collega che non svolge il suo ruolo in trasparenza, poco leale, poco corretto, curatore degli esclusivi interessi personali a scapito del collega sentendosi piu’ furbo e piu’ abile di raggirare il prossimo. Soffre la rappresentanza militare, il delegato, quel Maresciallo che ritiene di essere superiore in competenze e conoscenze solo perché è maresciallo e non perché realmente ne ha di esperienza da trasmettere con cognizione di causa. Quel Comandante che ...."

 

"...quell’ufficiale che soffre la rappresentanza è perché è inesperto, giovane, non capace, non conoscitore delle norme, sconoscitore della nostra grande amministrazione e delle dinamiche che la rendono cosi’ ben strutturata. Chi soffre la rappresentanza è colui che, in genere, non è stimato come carabiniere, come comandante, come ufficiale. Si questa è una caratteristica che ho constatato negli anni e potendo essere nei vari repsrti d’Italia. Molto spesso il delatore contro la rappresentanza militare è proprio quel cattivo esempio nel proprio reparto..."

 

"....a volte si sente in giro quando un Comandante usa parole del tipo : “ non parlate con la rappresentanza perché dovete solo parlare con me “. Quel Comandante non è in grado di poter comprendere, mentre stà parlando che i carabinieri alle sue dipendenze che, se non parlano con lui è perché evidentemente la sua attività di gestione delle risorse umane è sostanzialmente fallimentare. Pronunciando queste parole ..."

 

"....tanti Comandanti li’ ho visti guardare in faccia alla sua rappresentanza e avvalorare la sua azione di Comando avendo a suo contributo il ruolo del delegato, come cosi’ è impostata l’organizzazione e lo scopo sociale della rappresentanza militare. Bisogna aiutare i non capaci a capire cosa è l’Arma dei Carabinieri ..."

 

"...Se chi ti stima, tu stimi, se chi ti odia è chi non potrà mai essere d’esempio, allora è sempre importante continuare ad andare avanti, certi di poter proseguire nel cambiamento continuando a scrivere la nostra storia  ... "

 

 

 

 

 

( Clicca qui sotto su SCARICA L'ALLEGATO e leggi la pagina 275 in versione integrale ed in pdf dal DIARIO PLANETARIO )

 

 

 

 

 

Fonte: pianetacobar.eu/ IL PLANETARIO/ aps Romeo Vincenzo

Invia la news ad un amico

Nome Mittente: *
Nome Destinatario:
E-mail Destinatario: *
Testo (facoltativo):
QRCode

Fotografa il codice con uno smartphone per visualizzare la pagina